CERCA

DISABILITA' GRAVISSIME

17/08/2018

Con DGRT n. 664/2017 vengono approvate nuove linee di indirizzo per l’utilizzo del FNA destinato alle disabilità gravissime che  parzialmente vanno a modificare quelle allegate alla DGRT 342/2016.

 

I destinatari

Sono destinatari degli interventi e dei contributi economici a valere sul fondo in oggetto, le persone con gravissime disabilità . Il DM 26 Settembre art. 3 comma 2 stabilisce che “ per persone con gravissime disabilità si intendono le persone beneficiarie dell’indennità di accompagnamento, di cui alla legge 11 febbraio 1980 n. 18 o comunque definite non autosufficienti ai sensi dell’allegato 3 del DPCM n. 159/2013 (VEDI allegato 1) e per le quali si sia verificata almeno una delle seguenti condizioni:

  1. Persone in condizione di coma, Stato Vegetativo (SV) oppure di Stato di Minima Coscienza (SMC) e con punteggio della scala Glasgow Coma Scale (GCS)<=10;
  2. Persone dipendenti da ventilazione meccanica assistita o non invasiva continuativa (24/7);
  3. Persone con grave o gravissimo stato di demenza con punteggio sulla scala Clinical Dementia Rating Scale (CDRS) >=4;
  4. Persone con lesioni spinali fra C0/C5, di qualsiasi natura, con livello della lesione, identificata dal livello sulla scala ASIA Impairrment Scale (AIS) di grado A o B. Nel caso di lesioni con esiti asimmetrici ambedue le lateralità devono essere valutate con lesione di grado A o B;
  5. Persone con gravissima compromissione motoria da patologia neurologica o muscolare con bilancio muscolare complessivo <_ 1 ai 4 arti alla scala Medical Research Council (MRC), o con punteggio alla Expanded Disability Status Scale (EDSS)>_ 9, o in stadio 5 di Hoehn e Yahr mod;
  6. Persone con deprivazione sensoriale complessa intesa come compresenza di minorazione visiva totale o con residuo visivo non superiore a 1/20 in entrambi gli occhi o nell’occhio migliore, anche con eventuale correzione o con residuo perimetrico binoculare inferiore al 10 per cento e ipoacusia, a prescindere dall’epoca di insorgenza, pari o superiore a 90 decibel HTL di media fra le frequenze 500,1000,2000 hertz nell’orecchio migliore;
  7. Persone con gravissima disabilità comportamentale dello spettro autistico ascritta al livello 3 della classificazione del DSM-5;
  8. Persone con diagnosi di Ritardo Mentale Grave o Profondo secondo classificazione DSM-5, con QI<=34 e con punteggio sulla scala Level of Activity in Profound/Severe Mental Retardation (LAMPER)<= 8;
  9. Ogni altra persona in  condizione di dipendenza vitale che necessiti di assistenza continuativa e monitoraggio nelle 24 ore, sette giorni su sette, per bisogni complessi derivanti dalle gravi condizioni psicofisiche.

 

 

Qualora la condizione di cui alle lettere a) e d) sia determinata da eventi traumatici e l’accertamento dell’invalidità  non sia ancora definito ai sensi delle disposizioni vigenti, è possibile comunque accedere, nelle more della definizione del processo di accertamento, ai benefici in presenza di una diagnosi medica di patologia o menomazione da parte dello specialista di riferimento che accompagni il rilievo funzionale.

 

Finalità:

Obiettivo primario è quello di dare un sostegno alla permanenza al domicilio della persona con gravissima disabilità,  migliorare la qualità di vita promuovendo un percorso di presa in carico globale, centrato sulla persona e sui familiari.

 

Requisiti per l’ ammissione

  1. Essere persona con gravissima disabilità ai sensi di  quanto precedentemente indicato;
  2. Essere in possesso di attestazione ISEE in corso di validità per le prestazioni agevolate di natura socio-sanitaria non superiore ad € 60.000,00 ;

 

Tipologia di interventi

E’ prevista l’erogazione di un contributo economico in relazione alla definizione di un progetto per la permanenza al proprio domicilio, finalizzato all’assunzione di un assistente personale. Il contributo è da intendersi nei termini di assegno di cura quando finalizzato  a sostenere le funzioni assistenziali dei genitori che si assumono in proprio l’onere dell’assistenza alla persona di minore età con gravissima disabilità.

Il contributo economico è modulato nelle seguenti tre fasce:

  • 700,00 euro (bassa intensità assistenziale)
  • 850,00 euro (media intensità assistenziale)
  • 1.000,00 euro (alta intensità assistenziale)

Sempre nell’ambito della Delibera sopra menzionata si rappresenta che il contributo previsto per i soggetti che hanno compiuto il 65esimo anno di età è pari a € 700,00 a prescindere dall’ intensità assistenziale.

Il contributo decorre:

  • dalla data di valutazione nel caso in cui il contratto sia già in essere al momento della valutazione stessa,
  • dalla data di attivazione del contratto se successivo  a quella di valutazione;

Il contributo non è in alcun modo retroattivo.

L’interessato sceglie autonomamente i propri assistenti personali ed è tenuto a regolarizzare il rapporto di lavoro in modo formale, nel rispetto della normativa vigente.

L’assegno di cura  il contributo ha decorrenza immediata dalla valutazione della domanda ed è previsto secondo le fasce sopra indicate.

Il contributo viene liquidato in modo proporzionale sulla base ad i giorni effettivi di decorrenza o cessazione.

Gli interventi economici non sono sostitutivi o compensativi, ma aggiuntivi e complementari agli accessi a domicilio di personale sanitario (medici specialisti, terapisti, OSS) e non sono compatibili con altri contributi economici erogati con le medesime finalità di sostegno alla permanenza al domicilio della persona con disabilità gravissima.

I contributi economici finalizzati all’assunzione di personale sono erogati per un  importo pari a quanto rendicontato e comunque mai superiori al contributo spettante e derivante dalla valutazione.

 

Presa in carico

Ai sensi della L.R. 66/2008, il ruolo centrale della presa in carico della persona con disabilità gravissima  è assunto dall’ equipe valutative multidisciplinari , integrate dalle figure professionali ( medici specialisti) competenti per patologia nei singoli casi.

L’equipe valutativa, integrata dallo specialista, valuta secondo i criteri di cui alla DGRT n. 664/2017  le condizioni cliniche e la complessità assistenziale ed elabora un verbale di commissione in cui sono definite le risorse spettanti.

La valutazione dell’UVM tiene conto altresì dei criteri per la modulazione del contributo di cui all’allegato A alla delibera della Giunta della SdS Empolese Valdarno Valdelsa n. 5 del 08/10/2018.

Le domande sono valutate secondo l’ordine cronologico di presentazione.

In caso di esaurimento dei finanziamenti e formazione di lista di attesa il primo contributo utile verrà assegnato al beneficiario con età inferiore al 65esimo anno di età nel rispetto dell’ordine cronologico.

 

Verifica - sospensione e revoca del contributo

 

Il contributo è soggetto a rendicontazione ed oggetto di verifiche da parte degli uffici competenti.

 

Si ricorda altresì che nei seguenti casi il contributo verrà interrotto e/o revocato :

  1. utilizzo del contributo economico per scopi diversi da quelli previsti dall’istanza,
  2. inadempienze agli obblighi assunti con gli enti gestori,
  3. documentazione di spesa non pertinente,
  4. mancato rispetto degli obblighi contrattuali nei riguardi dell’assistente personale,
  5. ricovero in struttura sanitaria o sociosanitaria per periodi superiori ai 60 giorni .

 

Modalità di presentazione dell’istanza

 

La modulistica per l’istanza può essere ritirata presso i Punti Insieme nelle sedi sotto indicate oppure acquisita direttamente dal sito internet della SdS  www.sdsvaldarnoinferiore.gov.it.

 

L’ istanza, completa di tutta la documentazione,  può essere presentata :

 

 

  • a mano per i cittadini residenti nei comuni di Castelfranco di Sotto, Montopoli Val d’Arno, San Miniato, Santa Croce sull’Arno –
    • presso Punto Insieme di Castelfranco di Sotto V.le 2 Giugno 37 56022 –

dal Lunedì al Venerdì dalle ore 08,00 alle ore 13,00

Martedì dalle ore 14,00 alle18,00.

 

  • a mano per i cittadini residenti nei Comuni di Capraia e Limite, Castelfiorentino, Cerreto Guidi, Certaldo, Empoli, Fucecchio, Gambassi Terme, Montelupo Fiorentino, Montaione, Montespertoli, Vinci
    • presso il Punto Insieme di Empoli – Via Rozzalupi 57 –

dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.00  alle ore  13.30

Sabato dalle 9.00 alle 13.00

Lunedi e Mercoledi dalle 14.30 alle 18.00